Stanchezza Alle Gambe? Ecco le Cause!

Opt In Image
Vuoi meno stress e più energia?

Inserisci la tua mail e premi il pulsante giallo per scaricare l'ebook gratis
"I 5 segreti per esplodere di energia"

Senti le gambe stanche fin da quando ti alzi dal letto al mattino e trascini questo tuo disturbo durante tutta la giornata, ma non riesci a capirne la causa?

Il senso di pesantezza e stanchezza alle gambe colpisce soprattutto le donne, provoca un intorpidimento che parte dai piedi e arriva fino alle cosce e le persone che ne soffrono si sentono come se non fossero mai andate a dormire.

Stanchezza alle gambe

Come prima cosa ti consiglio di scaricare l’ebook gratuito “I 5 Segreti per esplodere di energia”, nel quale troverai moltissimi consigli per eliminare la stanchezza: per farlo, vai a questa pagina e inserisci l’indirizzo email al quale lo vuoi ricevere e premi il pulsante giallo.

Tornando a noi, se ti ritrovi anche tu in questa situazione, continua a leggere l’articolo per scoprire le possibili cause e le relative soluzioni:

 

Carenza di Magnesio – Il primo sintomo della carenza di magnesio, un minerale dalla notevole attività enzimatica, è proprio la sensazione di pesantezza alle gambe. Ma invece di correre in farmacia e buttare soldi in integratori costosi e non sempre efficaci, dai uno sguardo alla tua dieta e controlla se assumi abbastanza alimenti ricchi in magnesio: cacao, mandorle, grano saraceno, fiocchi d’avena, fagioli neri, riso integrale e a seguire frutta e verdura.

Poiché il grano saraceno è molto più ricco in magnesio della pasta dei grano integrale, potresti pensare di inserirlo un paio di volte alla settimana e magari abbinarlo ai fagioli neri (per fagioli neri si intendono quelli messicani, attento/a a non confonderli con gli azuki!).

Invece una colazione particolarmente energetica e abbondante di magnesio puoi facilmente prepararla riempiendo una scodella di latte di cocco e aggiungendo un frutto fresco, fiocchi d’avena al naturale – quelli che si trovano nei negozi biologici, NON i muesli pronti pieni di ogni tipo di zuccheri – e mandorle o noci/pistacchi/nocciole/noci brasiliane.

 

Stanchezza Muscolare – Ho già parlato in modo approfondito della stanchezza muscolare, che può interessare anche le gambe, sia che tu faccia sport o completamente sedentario. Ti invito quindi a leggere l’articolo che ti ho linkato dove indico suggerimenti su altre possibili cause, tra cui la disidratazione, il sovrallenamento e la sedentarietà.

 

Sovrappeso – Il sovrappeso, e ancor peggio l’obesità, è un fattore che influisce pesantemente su ogni sintomo, intensificandolo. Dopotutto ritrovare il peso forma è sempre la priorità numero uno per combattere la stanchezza fisica e mentale!

Se non sei sicuro/a di dover perdere qualche chilo, uno strumento utile – anche se poco preciso – è la formula per il calcolo del BMI (indice di massa corporea): ti basta moltiplicare la tua altezza espressa in metri per se stessa, e poi dividere il tuo peso in Kg per il numero che hai ottenuto. Indicativamente si considera sovrappeso chiunque abbia un BMI superiore a 25.

 

calltoaction1

 

Sonno insufficiente – Il segreto per riposare perfettamente e permettere all’organismo di rigenerarsi nel migliore dei modi, è curare sia la quantità sia la qualità del sonno. Per prima cosa trova il numero di ore migliore per te – ci sono persone a cui bastano 6 ore, altre ne richiedono 8 – ricordandoti che dormire troppo è deleterio quasi quanto dormire troppo poco.

In seguito preoccupati della qualità del sonno: esponiti al sole di giorno e fai attività fisica, bevi molta acqua, scegli una cena leggera e rilassati prima di andare a dormire.

 

Lavoro statico – Se per lavoro sei costretto a rimanere a lungo in piedi o seduto, prima o poi la circolazione soffrirà di questa situazione e compariranno disturbi che tenderanno a divenire cronici. Prendi perciò l’abitudine, quando sai di dover passare molto tempo fermo nella stessa posizione, di stimolare la muscolatura delle gambe ogni 60 minuti in modo da mantenere efficiente la circolazione venosa.

Non disperare, non sarà necessario che iscriverti in palestra: nell’articolo su come mantenersi in forma senza palestra spiego chiaramente che praticando 20-30 minuti di movimento ogni giorno e avendo nel complesso una vita attiva – preferendo gli spostamenti a piedi o in bici – si possono avere risultati migliori che non affidandosi esclusivamente ai meccanici e tristi esercizi con gli attrezzi.

 

Ritenzione idrica – Pensavi che la ritenzione idrica fosse solo un problema estetico? Niente di più sbagliato. Il ristagno di fluidi sottocutaneo può alla lunga portare a diverse patologie, come l’insufficienza renale, mentre nel breve periodo provoca quel fastidioso senso di gonfiore e pesantezza alle gambe.

Non è nemmeno vero che la ritenzione idrica sia normale e non si può far nulla per eliminarla: certo non basta eliminare fumo e alcol, ma occorre agire in modo deciso sulla propria dieta. Molta acqua e alimenti ricchi di acqua biologica (verdura, frutta), sale ridotto ai minimi termini (ridurre drasticamente quello usato direttamente sulle verdure crude e cotte, eliminare i prodotti preconfezionati salati), insieme ad una sana abitudine al movimento – vedi sopra – sono le armi migliori per combatterla e migliorare salute ed estetica.

 

Stanchezza alle gambe in gravidanza

Soffrire di gambe stanche in gravidanza è un problema abbastanza comune, infatti in questa delicata fase, soprattutto verso gli ultimi mesi, la circolazione venosa è più debole: ecco che quindi diventa ancora più importante lavorare sui punti che ho spiegato sopra, che comunque intervengono intensificando i sintomi.

Un consiglio utile è quello, quando si è sdraiati, di tenere le gambe in una posizione leggermente rialzata – aiutandosi ad esempio con 2-3 cuscini – per stimolare la circolazione sfruttando la forza di gravità.

Un’altra causa comune sono le alte temperature, che provocano inoltre pelle secca. Ancora una volta comunque l’alimentazione ci viene in aiuto, infatti è noto che chi si alimenta con grandi quantità di cibi vegetali, specialmente verdure crude, soffre in misura minore dei problemi legati all’escursione termica e quindi vede il proprio organismo adattarsi meglio sia al caldo sia al freddo.

Vuoi saperne di più? Vai a questa pagina e scarica il mio ebook gratuito, dove troverai la soluzione ai problemi di affaticamento e stanchezza (lo riceverai tra 10 secondi nella tua casella email).

A presto

Alessandro Gandini

 

Condividi:

27 Comments

  1. peppino 7 giugno 2013
  2. Dafne 26 luglio 2013
  3. chiara 9 marzo 2014
    • Alessandro Gandini 11 marzo 2014
  4. Chi 26 aprile 2014
  5. giuseppe 10 maggio 2014
  6. Io 26 giugno 2014
    • Alessandro Gandini 26 giugno 2014
  7. pinuccia 3 luglio 2014
  8. Giulia 31 agosto 2014
  9. Marco 5 settembre 2014
    • Alessandro Gandini 5 settembre 2014
  10. Elisabetta 17 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 17 novembre 2014
      • rosa 12 luglio 2015
  11. Federico 15 aprile 2015
    • Alessandro Gandini 15 aprile 2015
      • Federico 16 aprile 2015
        • Alessandro Gandini 16 aprile 2015
  12. DONATA 27 aprile 2015
    • Alessandro Gandini 29 aprile 2015
  13. rosa 12 luglio 2015
  14. Giada 29 settembre 2015
    • Alessandro Gandini 29 settembre 2015
  15. Maria 2 febbraio 2016
    • Alessandro Gandini 3 febbraio 2016
  16. Lorenzo 22 novembre 2016

Leave a Reply